VALVOLE TERMOSTATICHE ULTIMO ATTO - Benecino Gestioni

Vai ai contenuti

Menu principale:

VALVOLE TERMOSTATICHE ULTIMO ATTO

LO SAPEVI CHE
Si informa che a seguito dell’entrata in vigore (26 luglio 2016) del Decreto Legislativo n.141 del 18 luglio 2016, “Disposizioni integrative al decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102, di attuazione della direttiva 2012/27/UE sull'efficienza energetica, che modifica le direttive 2009/125/CE e 2010/30/UE e abroga le direttive 2004/8/CE e 2006/32/CE. (16G00153)”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.172 del 25-7-2016, sarà possibile, per un numero elevato di Condomini, ripartire i costi del prelievo involontario di energia termica per il riscaldamento centralizzato e la produzione di acqua calda sanitaria (dispersioni della rete distributiva), mediante gli attuali millesimi e non obbligatoriamente mediante i millesimi di fabbisogno di energia termica utile previsti dalla norma tecnica UNI 10200, resa cogente dal Decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102.
Per poter derogare alla UNI 10200 è necessario che siano comprovate, tramite apposita relazione tecnica asseverata, differenze di fabbisogno termico per metro quadro tra le unità immobiliari costituenti il Condominio o l'edificio polifunzionale superiori al 50%. In tali casi la quota di consumo da ripartire in base alle letture dei sistemi di contabilizzazione (prelievo volontario) dovrà essere almeno pari al 70% del totale e si ritiene che il Condominio non sia tenuto alla redazione della nuova tabella dei millesimi di fabbisogno di energia termica utile per la ripartizione della “quota fissa” (prelievo involontario).

Per la verifica delle differenze di fabbisogno termico per metro quadro e l’eventuale redazione della relazione tecnica asseverata, sarà in ogni caso necessario effettuare un numero limitato di sopralluoghi nelle unità immobiliari che presumibilmente sono caratterizzate dalle massime e minime dispersioni termiche (ex piani terreno, intermedio, ultimo).

Si riporta uno stralcio del Decreto Legislativo n.141 del 18 luglio 2016:

. . .
Art. 5
         Modifiche all'articolo 9 del decreto legislativo
                       4 luglio 2014, n. 102
1.    All'articolo 9 del decreto legislativo  n.  102  del  2014  sono apportate le seguenti modificazioni:
   ...
   i) al comma 5:
     ...
v. la lettera d), é sostituita dalla seguente: «d) quando i condomini  o  gli edifici polifunzionali sono alimentati da teleriscaldamento o teleraffreddamento o da sistemi comuni di riscaldamento o raffreddamento, per la  corretta suddivisione delle spese connesse al consumo di calore per il riscaldamento, il raffreddamento delle unità immobiliari e delle aree comuni, nonché per l'uso di acqua calda per il fabbisogno domestico, se prodotta in modo centralizzato, l'importo complessivo é suddiviso tra gli utenti finali, in base alla norma tecnica UNI 10200 e successive modifiche e aggiornamenti.
Ove tale norma non sia applicabile o laddove siano comprovate, tramite apposita relazione tecnica asseverata, differenze di fabbisogno termico per metro quadro  tra le unità immobiliari costituenti il condominio o l'edificio polifunzionale superiori al 50 per cento, é possibile suddividere l'importo complessivo tra gli
utenti finali attribuendo una quota di almeno il 70 per cento agli effettivi prelievi volontari di energia termica. In tal caso gli importi rimanenti possono essere ripartiti, a titolo esemplificativo e non esaustivo, secondo i millesimi, i metri quadri o i  metri  cubi utili, oppure secondo le potenze installate. E’  fatta salva la possibilità, per la prima stagione termica successiva all'installazione dei dispositivi di cui al presente comma, che la suddivisione si determini in base ai soli millesimi di proprietà. Le disposizioni di cui alla presente lettera sono facoltative nei condomini o gli edifici polifunzionali ove alla data di entrata in vigore del presente decreto si sia già provveduto all'installazione dei dispositivi di cui al presente comma e si sia già provveduto alla relativa suddivisione delle spese.»;
. . .


Torna ai contenuti | Torna al menu